Navigation

Wikileaks: Michael Moore offre 20.000 dollari e suo server

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 dicembre 2010 - 14:49
(Keystone-ATS)

ROMA - Il regista statunitense Michael Moore ha versato 20.000 dollari per la cauzione di Julian Assange. Lo scrive lo stesso cineasta sul suo sito web.
"Ieri, gli avvocati di Assange hanno presentato ai giudici un documento a mia firma", scrive Moore, "nel quale affermo di aver versato 20.000 dollari di soldi miei per la cauzione".
"Offro poi il mio sito, il mio server: faccio tutto per mantenere Wikileaks vivo e continuare il suo lavoro di pubblicazione dei crimini celati e commessi a nostro nome, con i nostri soldi delle tasse"

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.