Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Turchia avrebbe le prove dell'uccisione del giornalista dissidente saudita Jamal Khashoggi.

KEYSTONE/AP/JACQUELYN MARTIN

(sda-ats)

Il governo turco ha riferito a funzionari statunitensi di essere in possesso di registrazioni audio e video che provano che Jamal Khashoggi è stato ucciso all'interno del Consolato saudita a Istanbul. Lo scrive il Washington Post citando funzionari Usa e turchi.

In particolare, un audio confermerebbe i particolari più raccapriccianti emersi in questi giorni: "Si può sentire la sua voce, si può sentire come è stato interrogato, torturato e ucciso", dice una delle fonti al Wp.

Il materiale non sarebbe stato pubblicato ufficialmente perché la Turchia "teme si possa rivelare come Ankara spii le entità straniere nel Paese". Non è chiaro, sottolinea il Wp, se i funzionari Usa abbiano visto i video o ascoltato gli audio, ma i colleghi turchi hanno descritto loro il contenuto.

Secondo questi resoconti, "dopo aver ucciso" il giornalista il team di agenti sauditi si è spostato nella vicina residenza del console, dove il personale era stato fatto andare via in anticipo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS