Navigation

Wp, Trump usò anche Pence per fare pressioni su Kiev

Anche il vicepresidente Mike Pence coinvolto nell'Ucrainagate KEYSTONE/AP/EVAN VUCCI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 ottobre 2019 - 08:57
(Keystone-ATS)

Anche il vicepresidente americano Mike Pence è stato più volte coinvolto da Donald Trump per fare pressioni sul presidente ucraino. Lo riporta il Washington Post citando fonti della Casa Bianca.

Trump ordinò a Pence di non andare alla cerimonia di insediamento del presidente Volodymyr Zelensky a maggio, come forma di pressione. A luglio, dopo la telefonata Trump-Zelensky, il tycoon affidò a Pence l'incarico di dire al Kiev che gli aiuti Usa sarebbero rimasti congelati senza un'azione più aggressiva contro la corruzione in Ucraina.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.