Navigation

Xamax: dossier al giustizia neocastellana

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 febbraio 2012 - 18:37
(Keystone-ATS)

La magistratura neocastellana si occuperà ormai da sola dei risvolti giudiziari legati al fallimento del Neuchâtel-Xamax, compreso il procedimento penale contro il proprietario del club di calcio Bulat Chagaev, accusato dalla giustizia ginevrina di amministrazione infedele e falsità in documenti.

Annunciando oggi in un comunicato il trasferimento del dossier, il Ministero pubblico neocastellano precisa che Neuchâtel si incaricherà pure della gestione della detenzione di Chagaev. Un eventuale processo si svolgerebbe nel cantone.

Nel frattempo l'avvocato di Chagaev, Jacques Barillon, sulle onde della radio romanda ha affermato che il suo cliente "ha iniziato uno sciopero della fame a partire dal giorno in cui è stato arrestato, il 26 gennaio scorso".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?