Navigation

Xi: rimuovere barriere commerciali globali

Il presidente cinese Xi Jinping KEYSTONE/EPA/WU HONG sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 05 novembre 2019 - 07:40
(Keystone-ATS)

Le barriere commerciali globali devono essere rimosse e i Paesi devono mantenere i principi di base del commercio multilaterale opponendosi con decisione al protezionismo e all'unilateralismo.

Il presidente cinese Xi Jinping, aprendo la seconda edizione della China International Import Expo di Shanghai, ha detto che più sforzi sono necessari per rafforzare la cooperazione internazionale e per rimuovere le barriere all'innovazione. "Non c'è un singolo che possa risolvere da solo le difficoltà che ha di fronte lo sviluppo dell'economia mondiale", ha affermato Xi.

Xi ha ribadito gli impegni fatti già in precedenza sull'ulteriore apertura dei mercati cinesi verso l'esterno e sul rafforzamento delle protezioni garantite alla proprietà intellettuale, una delle lamentele più forti segnalate dagli Usa nel contenzioso commerciale con Pechino.

La Cina, ha proseguito Xi, avrà "un focus maggiore sull'import e sull'ulteriore ribasso dei dazi", oltre che sulla firma di "accordi commerciali di libero scambio di alto livello" con più Paesi. I Paesi, ha continuato, non dovrebbero mettere i propri interessi su quelli degli altri: "Dobbiamo tutti mettere il bene comune dell'umanità al primo posto, piuttosto che mettere gli interessi dei singoli sopra il comune interesse di tutti".

"L'integrazione dell'economia è l'ordine del giorno", ha notato il presidente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.