Tutte le notizie in breve

"L'Arabia Saudita sta massacrando la popolazione dello Yemen e sta riducendo il Paese in pile di detriti". Lo ha detto l'ayatollah Mohammad Ali Movehhedi Kermani, nel sermone della preghiera del venerdì a Teheran.

Kermani ha anche affrontato la situazione siriana e il nuovo scenario della presidenza americana di Donald Trump.

"Mentre il ministro degli Esteri dell'Arabia Saudita dice che l'Iran non deve interferire negli affari interni dello Yemen - ha detto Movehhedi Kermani - loro dicono che il presidente siriano Bashar al-Assad dovrebbe dimettersi in modo pacifico o dovrebbe essere estromesso per via militare, immischiandosi quindi negli affari della Siria".

Il leader religioso ha fatto riferimento anche alla politica saudita a sostegno del Bahrein, dove è in atto la repressione nei confronti degli sciiti, affermando che "le grida dolorose degli yemeniti e degli abitanti del Bahrein serviranno certamente a scuotere e demolire i pilastri dei loro governi".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve