Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La delegazione di Sanàa (ribelli) è giunta oggi a Ginevra per partecipare alle consultazioni promosse dall'Onu con le parti in conflitto in Yemen. Lo ha confermato il portavoce Onu Ahmad Fawzi.

In un primo tempo l'inviato speciale delle Nazioni Unite per lo Yemen Ismail Ould Cheikh Ahmed incontrerà la delegazione nel suo albergo per discutere della sua composizione, che deve limitarsi a sette membri e un massimo di tre consiglieri in base a quanto concordato.

Ieri e stamane, il mediatore ha già incontrato la delegazione del governo yemenita, in esilio a Riad, ha aggiunto. L'inviato speciale informerà inoltre la comunità internazionale questa settimana, forse già domani, che include i membri del "gruppo G16", l'Unione europea, ma anche l'Iran, ha detto il portavoce.

Fawzi ha confermato che il mediatore incontra le delegazioni separatamente e che l'obiettivo resta quello di riunirle allo stesso tavolo. "Gli incontri proseguono oggi e domani, poi vedremo", ha aggiunto. Presente domenica e ieri a Ginevra per l'avvio delle consultazioni, il segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon aveva lanciato un appello per il rispetto di una tregua umanitaria. "Spero che questa settimana segnerà l'inizio della fine dei combattimenti e l'inizio di un nuovo e migliore futuro" per lo Yemen, aveva auspicato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS