Navigation

Yemen: migliaia giovani in piazza per consiglio transitorio

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 giugno 2011 - 16:51
(Keystone-ATS)

Migliaia di giovani sono scesi in piazza oggi a Sanaa per chiedere la formazione di un Consiglio transitorio. Per la prima volta dopo molti venerdì non si sono invece radunati nella capitale i sostenitori del presidente Ali Abdullah Saleh.

"Il popolo ha causato la caduta del regime. Il popolo vuole la Costituzione di un Consiglio ad interim", hanno scandito migliaia di contestatori sulla Piazza del Cambiamento a Sanaa. Proprio qui sono accampati a centinaia da febbraio per chiedere le definitive dimissioni del presidente Saleh.

I manifestanti si sono anche rivolti al re dell'Arabia Saudita, Paese dove è ricoverato Saleh da circa due settimane, dopo essere stato ferito in un sanguinoso attacco al palazzo presidenziale. "Re Abdullah (di Arabia Saudita) - hanno gridato - sta attento a Ali Abdullah (Saleh)".

Da quando Saleh è a Riad, i manifestanti dell'opposizione chiedono con insistenza al vice-presidente Abed Rabbo Mansour Hadi di formare un Consiglio di Transizione per garantire la transizione del potere.

Oggi anche in altre città dello Yemen si sono svolte manifestazioni di oppositori per ribadire la richiesta di un definitivo abbandono del potere da parte di Saleh. Località di punta della contestazione è ancora Taiz, situata 270 chilometri a sud-ovest di Sanaa, dove il 30 maggio scorso il pesante intervento dell'esercito aveva causato 50 morti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?