Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'opposizione yemenita ha chiamato oggi a intensificare le proteste fino alle dimissioni del presidente Ali Abdallah Saleh, dopo il suo rifiuto di lasciare il potere prima della scadenza del mandato nel 2013.

Saleh, al potere da 32 anni, ha respinto ieri una proposta dell'opposizione, avanzata con la mediazione degli ulema, e che prevedeva la sua rinuncia all'incarico entro la fine di questo anno.

La posizione del presidente "significa la sua morte politica e la piazza adesso è la nostra unica risorsa", ha detto Mohammad al-Sabri, portavoce dell'opposizione parlamentare. "Ci appelliamo al popolo per intensificare i sit-in e le manifestazioni in tutte le regioni in modo che al capo dello Stato rimanga una sola opzione, la rinuncia all'incarico", ha aggiunto.

Le manifestazioni contro il regime del presidente Saleh sono iniziate alla fine di gennaio prima a Sana'a e Aden e poi si sono estese al resto del paese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS