Navigation

Yemen: Parigi conferma scomparsa operatori umanitari francesi

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 maggio 2011 - 19:43
(Keystone-ATS)

Il governo della Francia conferma la scomparsa nello Yemen dei tre operatori umanitari francesi e dice di fare tutto il possibile per il loro ritrovamento: è quanto riferisce il ministero degli esteri di Parigi, confermando una notizia rivelata da un responsabile dei servizi di sicurezza dello Yemen.

"Abbiamo ricevuto questa informazione in provenienza dalla nostra ambasciata a Sanaa, della scomparsa di tre nostri connazionali nello Yemen", ha detto il portavoce del Quai d'Orsay, Bernard Valero, aggiungendo: "Siamo mobilitati per capire cosa è successo". Valero ha quindi sottolineato che le autorità transalpine sono "in stretto contatto con le autorità yemenite, in particolare, con le forze di sicurezza" per far luce sulla vicenda. Senza confermare che si tratta di un rapimento, il portavoce ha detto che si sta "facendo tutto il possibile per ritrovare" i francesi, che "sarebbero degli operatori umanitari".

Il rapimento di stranieri è una pratica ricorrente nello Yemen. Giovedì scorso, il ministero degli Esteri di Parigi aveva invitato tutti i connazionali che si trovano nello Yemen a "lasciare provvisoriamente il Paese al più presto", a causa degli scontri sempre più violenti tra i manifestanti che chiedono le dimissioni del presidente Ali Abdallah Saleh e le forze dell'ordine. Ieri, la Francia ha anche deciso di richiamare in patria il personale non essenziale della sua ambasciata.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?