Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno 27 persone sono state uccise oggi a Sana'a, capitale dello Yemen, un raid aereo della coalizione araba a guida saudita ha bombardato un deposito di armi controllato dai ribelli sciiti Huthi dove si ritiene fossero custoditi anche missili Scud.

Lo riferisce la televisione panaraba al-Jazira citando fonti mediche.

I raid aerei della coalizione araba contro gli Huthi e contro le forze loro alleate fedeli all'ex presidente Ali Abdullah Saleh sono in corso dal 26 marzo. Ma "questa è stata di gran lunga la più forte esplosione sentita a Sana'a finora", ha sottolineato Hakim al-Masmari, direttore del quotidiano "Yemen Post", in un collegamento con al-Jazira. Le finestre di molte case sono andate in frantumi. L'esplosione nel deposito è stata udita a chilometri di distanza e ha provocato una gigantesca nuvola bianca a forma di fungo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS