Il premier yemenita Khaled Bahhah si è messo in salvo in un "luogo sicuro" dopo che ieri i ribelli sciiti hanno circondato la sede del governo a Sanaa. Lo riferisce la tv al Arabiya. Gli stessi insorti hanno circondato il palazzo presidenziale e, secondo fonti del presidente Abdel Hadi Mansur, tengono il capo di Stato agli "arresti domiciliari".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.