Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Yendi: chiuse tutte le filiali (foto d'archivio).

KEYSTONE/LAURENT GILLIERON

(sda-ats)

Il Tribunale della Gruyère ha pronunciato oggi il fallimento della catena di negozi d'abbigliamento friburghese Yendi, che impiegava circa 500 collaboratori. Tutte le filiali sono state chiuse oggi alle 14.

In Ticino ve ne erano quattro - a Lugano, Balerna, Tenero e Bellinzona - dove lavoravano in totale 17 persone. La direzione aveva informato con una lettera i dipendenti lo scorso 12 aprile.

In situazione precaria da mesi, il gruppo con sede principale a Bulle (FR) non era più in grado di pagare i salari.

Il sindacato Unia, in trattativa con Yendi da metà di questo mese, chiede un incontro urgente con l'amministratore del fallimento al fine di prendere misure per sostenere i dipendenti. Ritiene che sia necessario creare un fondo di sostegno al personale. Il sindacato ha anche chiesto tramite una lettera agli ex proprietari di assumersi la loro parte di responsabilità e di contribuire a questo fondo.

Yendi Swiss Retail SA, società fondata nel 1976, era stata rilevata un anno fa da due membri della direzione, i quali non sono però riusciti a migliorare la situazione finanziaria dell'impresa, che stando al suo sito internet contava 84 filiali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS