Navigation

Yukos: Corte Olanda, Russia dia 50 mld danni azionisti

Una stazione di pompaggio di gas di Yukos. KEYSTONE/EPA/YURI KOCHETKOV sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 febbraio 2020 - 11:34
(Keystone-ATS)

Una corte di appello olandese ha accolto il ricorso degli azionisti dell'ex gigante petrolifero Yukos, favorendo la loro battaglia per ottenere 50 miliardi di dollari (48,7 miliardi di franchi al cambio attuale) di compensazioni.

La sentenza arriva circa quattordici anni dopo che Yukos ha dichiarato bancarotta.

La corte ha deciso che la sentenza precedente a favore della Federazione russa è incorretta, quindi il risarcimento danni di 50 miliardi deciso dalla Corte permanente di arbitrato "è nuovamente valido".

Mosca si appellerà alla sentenza della corte olandese, fa sapere il ministero della giustizia. "La Russia ha ancora il diritto di ricorrere in appello e continuerà a difendere i propri interessi", sostiene il ministero, citato dall'agenzia di stampa ufficiale russa Tass.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.