Navigation

ZG/SZ: allievo motociclista si sottrae a blocco due polizie

Neppure ad Arth, sulla sponda meridionale del lago di Zugo, il giovane pirata della strada ha rispettato l'ordine della polizia. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 aprile 2020 - 16:40
(Keystone-ATS)

Un 18enne allievo conducente in sella alla motocicletta si è sottratto a due blocchi di polizia, a Zugo prima e nel canton Svitto poi, ieri in prima serata. Neppure la luce blu e la sirena lo hanno indotto a più miti consigli.

Il giovane, di nazionalità svizzera, viaggiava in compagnia di una donna quando si è imbattuto in un controllo a Zugo. Non ha rispettato l'ordine di fermarsi e ha proseguito la corsa in direzione di Arth (SZ), dove la locale cantonale, azionando anche sirena e luce blu, gli ha intimato lo stop. Ma nulla da fare: il centauro ha accelerato ed è fuggito, si legge in una nota odierna della polizia zughese.

L'uomo si è poi presentato in serata alle forze dell'ordine di Zugo, che gli hanno sequestrato il "patentino" e lo hanno denunciato al ministero pubblico. Ha giustificato il suo comportamento con il fatto che la sua passeggera non disponeva della licenza di condurre, come invece sarebbe obbligatorio per un allievo conducente che viaggia accompagnato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.