Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nuova azione di Greenpeace per denunciare le trivellazioni petrolifere nell'Artico. Ieri sera, poco prima di un concerto alla Tonhalle di Zurigo, alcuni attivisti hanno messo in scena una rivisitazione del balletto "La morte del cigno" davanti all'ingresso della sala. Per l'occasione, il volatile si è spento in una chiazza di petrolio.

La manifestazione non ha provocato danni ambientali, ha tenuto a precisare in una nota l'organizzazione ambientalista, dato che la sostanza nera era in realtà melassa. La danza di protesta era diretta contro il gruppo russo Gazprom, sponsor della serata musicale, intitolata "Classical Highlights".

Gazprom gioca alla roulette russa con uno degli ultimi ecosistemi ancora intatti del pianeta, caratterizzato da persone e animali unici, ha sottolineato Greenpeace, che da due anni si batte contro le trivellazioni petrolifere nell'Artico.

Lo scorso primo ottobre, l'organizzazione ambientalista aveva condotto una spettacolare azione prima della partita di calcio fra FC Basilea e Schalke 04, valevole per la Champions League, manifestazione anch'essa sponsorizzata da Gazprom. Greenpeace era stata denunciata per violazione di domicilio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS