Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un assistente di volo è stato condannato oggi dal tribunale distrettuale di Zurigo per ripetuti atti sessuali ai danni di due minorenni. La Corte gli ha inflitto 18 mesi di carcere, ma la pena è stata sospesa per consentire all'uomo di sottoporsi a una terapia psichiatrica.

Protagonista della vicenda è un ticinese di 41 anni, residente a Zurigo, e i fatti risalgono all'autunno del 2008, quando l'imputato era attivo in India quale volontario, con il compito di accudire un gruppo di orfani di età compresa tra i nove e i 18 anni. La denuncia penale, da parte dell'ente umanitario per il quale lavorava, è scattata dopo le segnalazioni di due vittime, entrambe dodicenni.

L'assistente di volo è finito in manette, a Zurigo, nell'agosto del 2009 ed è stato rilasciato dopo 225 giorni di detenzione preventiva. Durante il processo a suo carico ha ammesso le proprie responsabilità.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS