Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un ex dirigente del "General Aviation Center", l'ufficio che gestisce i servizi aeroportuali allo scalo di Zurigo, è stato condannato a 24 mesi di prigione, di cui otto da scontare, per truffa. Il 33enne ha ordinato attraverso internet, senza pagare, apparecchi elettronici per un valore di 65'000 franchi e li ha rivenduti a prezzi stracciati.

Il Tribunale distrettuale di Zurigo lo ha riconosciuto colpevole di truffa per mestiere, appropriazione indebita e furto. Il manager era stato licenziato nella primavera del 2014, dopo una prima serie di ordinazioni non pagate per un ammontare di 27'000 franchi.

Nonostante il procedimento aperto nei sui confronti ha continuato con le sue operazioni truffaldine. Fino a quando, lo scorso mese d'agosto, è stato posto in detenzione preventiva. L'uomo ha dichiarato in aula di aver in vista un posto di lavoro per quando tornerà in libertà. Ha inoltre promesso che intende saldare i debiti e rifarsi una vita in modo onesto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS