Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

ZH: ex imam moschea An'Nur, pena confermata in seconda istanza

Pena confermata in seconda istanza per l'ex imam etiope che due anni fa pronunciò un controverso sermone nella moschea An'Nur di Winterthur (ZH).

KEYSTONE/WALTER BIERI

(sda-ats)

Pena confermata in seconda istanza per l'ex imam etiope che due anni fa pronunciò un controverso sermone nella moschea An'Nur di Winterthur (ZH). Il 26enne è stato condannato a 18 mesi di detenzione e a 10 anni di espulsione dalla svizzera

La pena fissata oggi dal Tribunale cantonale di Zurigo è identica a quella emessa un anno fa dal Tribunale distrettuale di Winterthur. L'ex imam è stato giudicato colpevole di istigazione alla violenza ed altre accuse.

Le accuse si riferiscono a un sermone pronunciato il 21 ottobre 2016 davanti a una sessantina di fedeli della moschea An'Nur, chiusa definitivamente un anno fa. Secondo una registrazione trasmessa a un giornalista, in quell'occasione l'imputato dichiarò che i musulmani che non pregano in comunità andrebbero "banditi, respinti, evitati e calunniati fino al loro ritorno". Nel caso dovessero perseverare con questo comportamento, andrebbero addirittura uccisi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.