Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Pena ridotta, da 38 a 30 mesi di prigione, per un 39enne bulgaro che l'anno scorso rubò nel canton Zurigo cavi in rame di messa a terra delle FFS per un valore di 47'000 franchi, provocando danni per 200'000 franchi. Lo ha deciso oggi il Tribunale cantonale zurighese.

Il cittadino bulgaro, con una precedente condanna nel canton Giura per furto di rame, è nuovamente entrato in azione fra marzo e aprile dello scorso anno in varie località zurighesi seguendo sempre le stesse modalità: saliva sui piloni delle linee ferroviarie, staccava i cavi della messa a terra e li rubava.

Nel decidere la riduzione della pena - per le imputazioni di furto per mestiere, ripetuti danneggiamenti e guida senza licenza - il Tribunale cantonale ha tenuto conto della piena confessione e della collaborazione del condannato, che in aula ha dichiarato che una volta scontata la pena intende fare ritorno nel suo paese.

L'uomo ha finora scontato 468 giorni in prigione preventiva e potrebbe ottenere la libertà condizionale fra quattro mesi e mezzo.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS