Un detenuto evaso lo scorso 6 giugno da una clinica psichiatrica di Winterthur (ZH) è stato catturato ieri sera a Zurigo. L'uomo, un 32enne, è stato arrestato in un appartamento nel nord della città.

La vasta operazione di ricerca messa in atto dalla polizia ha permesso di localizzare il ricercato, indica in una nota odierna la polizia cantonale zurighese.

L'uomo era stato condannato in prima istanza in Appenzello esterno a cinque anni di detenzione per i maltrattamenti inferti a un bebè. La sentenza, che non è ancora definitiva, si riferisce alle percosse e ai maltrattamenti fatti subire al figlio della sua compagna, che al momento dei fatti aveva fra 12 e 14 mesi di vita.

In precedenza il 32enne era detenuto in attesa del processo di secondo grado nel penitenziario Pöschwies a Regensdorf (ZH), in regime di espiazione anticipata della pena. Per mancanza di spazio nel settore psichiatrico della struttura, l'uomo - a causa delle sue tendenze suicide - era stato trasferito alla clinica Schlosstal di Winterthur, da dove è riuscito a fuggire.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.