Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ci sono evidenze che "la trasmissione sessuale del virus Zika è maggiore del previsto". Lo ha affermato la direttrice generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) Margaret Chan durante una conferenza stampa a Ginevra.

Chan ha aggiunto che i rapporti giunti da diversi Paesi suggeriscono che questo tipo di trasmissione del virus "è più comune di quanto creduto precedentemente". Ha anche detto che "la microcefalia è solo una delle problematiche fetali che potrebbero essere legate all'infezione da virus Zika".

"Il virus è stato trovato nel liquido amniotico, e ci sono evidenze sperimentali che può oltrepassare la barriera placentare, ha spiegato Margaret Chan - che ha citato anche aborti spontanei, crescita rallentata e insufficienza del liquido amniotico -. Possiamo dedurre che il virus è neurotropico, e 'preferisce' annidarsi nei tessuti nervosi del feto".

La microcefalia, ha aggiunto la direttrice generale dell'Oms, "al momento è solo una delle anormalità associate all'infezione da Zika virus durante la gravidanza, ma la sempre maggiore evidenza di un legame con la sindrome di Guillain-Barré aumenta il rischio di complicazioni molto al di là delle donne in età fertile".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS