Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ci sono evidenze che "la trasmissione sessuale del virus Zika è maggiore del previsto". Lo ha affermato la direttrice generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) Margaret Chan durante una conferenza stampa a Ginevra.

Chan ha aggiunto che i rapporti giunti da diversi Paesi suggeriscono che questo tipo di trasmissione del virus "è più comune di quanto creduto precedentemente". Ha anche detto che "la microcefalia è solo una delle problematiche fetali che potrebbero essere legate all'infezione da virus Zika".

"Il virus è stato trovato nel liquido amniotico, e ci sono evidenze sperimentali che può oltrepassare la barriera placentare, ha spiegato Margaret Chan - che ha citato anche aborti spontanei, crescita rallentata e insufficienza del liquido amniotico -. Possiamo dedurre che il virus è neurotropico, e 'preferisce' annidarsi nei tessuti nervosi del feto".

La microcefalia, ha aggiunto la direttrice generale dell'Oms, "al momento è solo una delle anormalità associate all'infezione da Zika virus durante la gravidanza, ma la sempre maggiore evidenza di un legame con la sindrome di Guillain-Barré aumenta il rischio di complicazioni molto al di là delle donne in età fertile".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS