Navigation

Zimbabwe: morti almeno 200 elefanti nel sud-est

Elefanti a rischio in Zimbabwe (foto d'archivio) KEYSTONE/AP/TSVANGIRAYI MUKWAZHI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 11 novembre 2019 - 19:10
(Keystone-ATS)

Almeno 200 elefanti sono morti in Zimbabwe per mancanza di cibo e acqua a causa della grave siccità. Lo affermano le autorità del paese e lo riporta 'Bbc News Africa'.

Per impedire la morte di altri pachidermi, un portavoce dell'autorità per la gestione dei parchi e della fauna selvatica dello Zimbabwe ha dichiarato che si ha in programma di spostare 600 elefanti dal Savé Valley Conservancy, nel sud-est del paese, in altri tre parchi nazionali.

Il portavoce ha aggiunto che fino all'arrivo delle piogge gli animali morti potrebbero aumentare per la perdita di habitat causata dalla grave siccità. Anche giraffe, leoni, bufali e antilopi saranno spostati in quello che le autorità descrivono come il più grande trasferimento nella storia del paese.

Si pensa che in Zimbabwe ci siano 80mila elefanti, circa un quinto del totale dell'Africa. I funzionari del parco affermano che l'ambiente non può sostenere tale cifra e hanno recentemente trasferito decine di questi pachidermi in Cina, con una mossa criticata dalle organizzazioni per la tutela degli animali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.