Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La tigre siberiana Elena, ritrovata morta la mattina del 5 settembre scorso allo Zoo di Zurigo, è stata azzannata da Sayan, un maschio di due anni e mezzo.

Keystone/Albert Schmidmeister

(sda-ats)

La tigre siberiana Elena, ritrovata morta la mattina del 5 settembre scorso allo Zoo di Zurigo, è stata azzannata da Sayan, un maschio di due anni e mezzo arrivato in febbraio nella città sulla Limmat.

Tutto fa pensare che nella notte tra il 4 e 5 settembre c'è stata una lotta fra la femmina di 14 anni e mezzo e il giovane maschio "di cui nessuno si è accorto", scrivono oggi in una nota i responsabili dello zoo.

La tigre Elena era già da qualche giorno sotto osservazione a causa delle sue condizioni generali di salute che sembravano peggiorare. L'esame del cadavere ha tuttavia rivelato che la causa diretta della morte sono stati dei morsi alla gola.

Pur ammettendo che la speranza di vita delle tigri siberiane in cattività è di circa 14 anni, i responsabili dello Zoo avevano parlato lo scorso 5 settembre di una morte inaspettata.

La tigre Elena era arrivata otto anni fa a Zurigo da un parco zoologico di Monaco di Baviera. Un anno più tardi aveva dato alla luce quattro piccoli. Agli inizi di febbraio dalla Francia era arrivato a Zurigo un nuovo possibile compagno, Sayan, ma i tentativi di fare accoppiare i due non hanno dato risultati.

Sayan è ora l'unico esemplare di tigre siberiana a Zurigo. I responsabili dello Zoo sono ora alla ricerca di una nuova compagna, che dovrà essere trovata nell'ambito del Programma europeo di allevamento e di conservazione per le specie in pericolo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS