Navigation

Zuckerberg, internet ha distrutto modello business media

Il CEO di Facebook Mark Zuckerberg. KEYSTONE/AP/ANDREW HARNIK sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 ottobre 2019 - 20:29
(Keystone-ATS)

"Non è un segreto che internet ha distrutto il modello di business dei media". Lo afferma Mark Zuckerberg intervistato dall'amministratore delegato di News Corp, Robert Thomson, in occasione del lancio del nuovo servizio News.

"Perché ci è voluto così tanto" a creare News? chiede Thomson. Zuckerberg sorride: "lo prendo come un complimento perché vuol dire che abbiamo fatto qualcosa di buono!". Rupert Murdoch, il fondatore di News Corp, è stata una delle voci più critiche di Facebook e delle altre piattaforme, sostenendo che avrebbero dovuto pagare per accedere ai contenuti dell'industria. "È un onore essere qui con Mark per presentare questa partnership importante per l'industria dei media" dice Thomson.

"Ci è voluto del tempo per capire la strada giusta per sostenere il giornalismo di qualità. Capiamo che per alcuni può essere frustrante il fatto che ci è voluto del tempo" per arrivare a un'iniziativa come News, afferma Zuckerberg, sottolineando che il test su News sarà inizialmente limitato, ma crescerà "possiamo arrivare a 30 milioni di persone nei prossimi anni".

"I giornali locali sono quelli che sono stati colpiti maggiormente" dall'ascesa di internet, osserva Zuckerberg illustrando le misure che Facebook sta mettendo a punto per sostenere anche l'informazione locale. "Lavorando insieme possiamo creare un modello replicabile" aggiunge l'amministratore delegato del social network. "Mark merita credito per questa iniziativa. Il giornalismo è essenziale per il funzionamento della società" e la democrazia, osserva Thomson.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.