Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lo zurighese Urs Pedraita, 49 anni, ha realizzato un nuovo record mondiale percorrendo in moto 24'741 chilometri in soli 16 giorni. Partendo da Berna con un amico motociclista l'uomo ha attraversato varie nazioni tra cui Russia, Corea del Sud e Messico, incontrando più di una difficoltà, come ha raccontato al quotidiano svizzerotedesco "Blick".

Il biker aveva già realizzato un record mondiale a inizio anno percorrendo 15'000 chilometri in moto in 37 giorni sfidando l'inverno siberiano, con temperature fino a 38 gradi al di sotto dello zero. Ma il 3 di agosto il centauro ha deciso di affrontare una nuova avventura sulla sua due ruote, questa volta con un amico.

Già alla prima tappa però, poco prima di Berlino, il compagno di viaggio ha avuto un incidente e ha dovuto essere trasportato in ospedale con numerose fratture. Lo sfortunato ha comunque esortato l'amico a continuare il viaggio. Così, con otto ore di ritardo sulla tabella di marcia, Pedraita si è rimesso in sella.

Nonostante altri imprevisti minori, il 49enne ha potuto continuare il percorso grazie anche all'aiuto di alcune persone: un biker coreano, conosciuto su una nave, che lo ha aiutato con la dogana e l'ha accompagnato fino a Seul, e un operatore della DHL, che l'ha aiutato per questioni amministrative.

La prossima sfida? Superare il record del mondo di Nick Sanders: 55'000 miglia (circa 88'500 chilometri) in 120 giorni attraverso cinque continenti. "Vorrei percorrere più di 60'000 miglia (circa 96'500 chilometri ndr) attraverso sette continenti in meno di 120 giorni", ha rivelato Pedraita al "Blick".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS