Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Interviene per difendere una ragazza molestata sessualmente da un gruppo di giovani, ma loro reagiscono, lo picchiano, lo derubano e lo mandato in ospedale: è successo stamane alle 2:30 alla stazione centrale di Zurigo. Protagonista della vicenda un 22enne svizzero, che ha subito fra l'altro una commozione cerebrale, ha comunicato la polizia cantonale.
Gli aggressori sono tre macedoni (di 17, 20 e 22 anni), un 17enne iracheno, un 18enne kosovaro e un 17enne svizzero: tutti e sei risiedono nel distretto di Dietikon (ZH) e sono nel frattempo stati arrestati. Stando ai primi elementi dell'inchiesta il gruppo si è accanito sulla vittima, sferrando calci alla testa, quando questa era già a terra: hanno inoltre costretto il giovane a consegnare i 40 franchi che aveva in tasca.
Gli inquirenti stanno indagando per scoprire se nel pestaggio sono coinvolte altre persone: la polizia ha lanciato un appello a eventuali testimoni e in particolare ad altre ragazze avvicinate in modo inopportuno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS