Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Carlos", il 17enne pluripregiudicato da giorni al centro di accese polemiche per il programma di presa a carico che costava allo Stato 29'000 franchi al mese, rimane in prigione. Il Tribunale cantonale di Zurigo ha rifiutato l'effetto sospensivo al ricorso del suo legale contro il trasferimento, avvenuto venerdì scorso, in un penitenziario. Lo ha detto oggi all'ats una portavoce del tribunale.

L'avvocato avrà ora 30 giorni di tempo per contestare la decisione davanti al Tribunale federale, ha aggiunto la portavoce. Ieri il legale del giovane aveva diffuso una nota nella quale metteva in dubbio "che l'improvviso cambiamento della forma di collocamento sia giuridicamente corretta e sensata dal punto di vista pedagogico".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS