Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Ministero pubblico II del Canton Zurigo ha rinviato a giudizio a inizio mese un ex agente della polizia comunale della città sulla Limmat per ripetuta violazione del segreto d'ufficio, ripetuto favoreggiamento e corruzione passiva. Per circa un anno l'uomo avrebbe fornito a un conoscente informazioni confidenziali contenute nella banca dati della polizia, inoltre avrebbe accettato una bustarella.

Dal procedimento avviato nel 2011 è ad esempio emerso che l'ex agente avrebbe trasmesso informazioni inerenti ad arresti per delitti legati alla droga e a un procedimento in corso nei confronti dello stesso conoscente, comunica la procura cantonale in una nota odierna.

Egli ha anche indicato se determinate persone si trovavano nella banca dati, ha fornito un indirizzo e cercato il proprietario di un numero di telefono. Inoltre invece di segnalarle alle autorità competenti, ha tenuto per sé informazioni ottenute dal conoscente riguardo a una persona ricercata. Infine l'ex poliziotto è accusato di aver ricevuto, sempre dalla stessa persona, 10'000 franchi per i suoi servizi.

SDA-ATS