Navigation

Zurigo: i ricorsi fermano la funivia sul lago della ZKB

Visualizzazione di una delle stazioni di partenza della funivia sopra il lago di Zurigo. KEYSTONE/ZUERCHER KANTONALBANK sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 dicembre 2019 - 15:00
(Keystone-ATS)

Battuta d'arresto per la funivia sopra il lago di Zurigo che la Banca cantonale vorrebbe realizzare nel 2020, per festeggiare i suoi 150 anni. Il Tribunale dei ricorsi in materia edilizia ha infatti annullato il piano di utilizzazione del progetto.

Il tribunale ha accolto venerdì scorso una serie di ricorsi di abitanti dei quartieri interessati, adducendo come motivazioni il fatto che la realizzazione della funivia non è contemplata nel piano direttore cantonale e che le zone sulle rive del lago necessitano di una protezione speciale.

Un'eccezione è improponibile - scrive il tribunale - anche perché "la Banca cantonale di Zurigo (ZKB) non ha come scopo primario l'esercizio di impianti a fune".

Il progetto presentato due anni fa dalla ZKB ha ricevuto l'appoggio dell'esecutivo cittadino e di quello cantonale. La banca vuole costruire una cabinovia che attraverserebbe il lago di Zurigo, su una lunghezza di 1400 metri, con 14 cabine che potrebbero trasportare ognuna 35 persone.

"Prendiamo atto della decisione", ha detto un portavoce di ZKB a Keystone-ATS. "Stiamo analizzando la situazione e la procedura da seguire entro i termini di legge", ha aggiunto.

La decisione del tribunale non è definitiva e la ZKB ha ancora la possibilità di presentare ricorsi fino al Tribunale federale. I tempi però stringono, visto che il 150esimo anniversario della banca è ormai alle porte.

I costi per la realizzazione della cabinovia, che l'istituto di credito intende chiamare "Züri-Bahn", sono stimati in 40-60 milioni di franchi. Una cifra che la banca intende ammortizzare durante i previsti cinque anni di funzionamento.

La funivia dovrebbe seguire il percorso di quelle già realizzate a Zurigo nel 1939, in occasione dell'esposizione nazionale - la "Landi" per gli zurighesi dell'epoca - e 20 anni più tardi durante l'esposizione di giardinaggio "G59".

In tutto 1400 metri di distanza, fra la "Landiwiese", nel quartiere di Wollishofen, e lo "Zürihorn", nel quartiere di Tiefenbrunnen. La prima funivia rimase in funzione soltanto alcuni mesi, quella del 1959 funzionò invece per sette anni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.