Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia di Zurigo ha arrestato venerdì un 48enne di nazionalità svizzera che martedì scorso nello scendere da un treno aveva più volte pronunciato minacce e proferito preghiere in arabo. Era stato osservato da due viaggiatori, che avevano avvertito la polizia.

Nel visionare i video delle telecamere di sorveglianza gli inquirenti aveano notato che l'uomo aveva deposto una grande borsa in un armadietto della stazione, riferisce oggi la polizia cantonale. La zona era quindi stata isolata.

L'uomo è stato in seguito identificato e arrestato al suo domicilio nel distretto di Pfäffikon (ZH). È stato denunciato alla magistratura.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS