Tutte le notizie in breve

Zurigo: museo Fifa si ristruttura e chiude gastronomia (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER

(sda-ats)

Il museo della Fifa di Zurigo, inaugurato nel febbraio 2016 e confrontato con un deficit di 25 milioni di franchi, si ristruttura e chiude il comparto gastronomia. Entro giugno saranno cancellati 51 posti di lavoro a tempo pieno su un totale di 106.

Nel settore della gastronomia saranno 36 collaboratori a perdere il posto. "Siamo alla ricerca di partner che offrano servizi di catering per i numerosi eventi che organizziamo", ha detto all'ats Marc Caprez, direttore ad interim del "World Football Museum", confermando una notizia della Neue Zürcher Zeitung.

La speranza è che una società esterna si assuma anche la gestione del bar e del ristorante del museo, che attualmente sono deficitari, ha aggiunto Caprez.

L'intero museo è sottoposto ad un'approfondita analisi con l'obiettivo di arrivare ad avere una base finanziaria sostenibile. Le voci di un'eventuale chiusura sono però "soltanto voci", ha puntualizzato il direttore ad interim, nominato in seguito all'allontanamento, alla fine di ottobre, del precedente direttore.

Il museo della Federazione internazionale di calcio (Fifa), situato nei pressi della stazione di Zurigo-Enge, a due passi dal lungolago, è costato 140 milioni di franchi e avrebbe dovuto attirare 250'000 visitatori all'anno. Le entrate effettive sono però state meno della metà, con 11'000 visitatori al mese.

Nemmeno con 9000 entrate in più al mese sarebbe stato possibile evitare il disavanzo di 25 milioni del primo anno, ha affermato ancora Caprez, secondo il quale si dovrà trovare "una nuova soluzione". Il contratto d'affitto è valido fino al 2045 e per il momento la Fifa intende continuare a sostenere il museo.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve