Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La città di Zurigo ha sviluppato una nuova pellicola che protegge le facciate degli edifici dai graffiti. Il prodotto si chiama "Aravel" e sarà commercializzato dalla prossima estate da una società privata. Anche altre città ed enti hanno manifestato interesse.

Il nuovo prodotto è stato presentato oggi alla stampa con una dimostrazione pratica che ha visto il municipale André Odermatt (PS) nelle vesti di "graffitaro".

A differenza dei prodotti finora in commercio, "Aravel" ha il pregio di non provocare uno sfaldamento dell'intonaco, anche dopo un ripetuto utilizzo, hanno spiegato i suoi ideatori.

La nuova pellicola, assolutamente incolore, viene applicata sulle facciate da proteggere. Se il muro viene imbrattato, si può applicare un secondo prodotto che permette di asportare la pellicola di protezione e il graffito.

Sviluppato in collaborazione con un laboratorio di Winterthur e il servizio cittadino per la protezione dei monumenti, "Aravel" è costato alla città di Zurigo 250'000 franchi: una somma che i suoi responsabili prevedono di ammortizzare nel giro di due anni.

Diverse altre città, come pure le FFS e la Posta, si sono già dette interessate. La città ha trovato un partner commerciale che dalla prossima estate commercializzerà il nuovo prodotto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS