Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Vasta operazione di polizia oggi a Zurigo contro gli affitti da usura praticati in tre palazzine del Kreis 4, il quartiere che si affaccia sulla Langstrasse. Gli agenti hanno interrogato i circa 120 inquilini ed hanno arrestato il proprietario e tre collaboratori.

L'operazione si è protratta per tutta la mattinata. Le persone arrestate sono tre uomini e una donna fra i 39 e i 56 anni di età. Si tratta di cittadini svizzeri e del Libano, scrive la polizia cantonale in una nota.

Le indagini che hanno anticipato l'operazione hanno messo in luce una situazione desolante per gli inquilini, che dipendono in gran parte dall'assistenza pubblica. Camere singole affittate anche a più di 1000 franchi al mese, riscaldamenti mal funzionanti, interruzioni di corrente e di acqua e impianti sanitari rotti: così la polizia descrive la situazione nei tre immobili.

Gli edifici risultano tutti bisognosi di interventi di risanamento e nonostante le sollecitazioni degli uffici cittadini di igiene e di protezione dagli incendi, il proprietario non ha effettuato gli interventi richiesti.

L'operazione è condotta dalla polizia cantonale, in collaborazione con quella cittadina. La procura della regione di Zurigo ha aperto un procedimento penale per usura.

Il proprietario immobiliare arrestato è stato al centro di diversi articoli della rivista "Beobachter", che lo ha criticato per lo sfruttamento di inquilini che dipendono dall'assistenza sociale e sono costretti a vivere in veri e propri tuguri. L'uomo si è sempre difeso, dichiarando alla stampa di aver regolarmente effettuato gli interventi richiesti dalle autorità.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS