Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Circa 3.500 persone, scortate da una massiccia presenza di poliziotti, hanno manifestato oggi a Zurigo-Oerlikon a favore della vita e contro l'aborto. Come era stato annunciato, un gruppo di autonomi ha cercato di disturbare la manifestazione.

Gli autonomi avevano fatto sapere la scorsa settimana con una scritta lasciata alla segreteria del Partito evangelico zurighese, che avrebbero tentato di ostacolare la marcia degli antiabortisti. Contrariamente agli anni passati stavolta i manifestanti non hanno esibito bare di bambini e hanno rinunciato anche a fotografie di embrioni. Hanno invece innalzato cartelli raffiguranti un feto nel grembo della madre e le scritte "E' già una persona!" e "Sì alla vita".

Al posto del vescovo di Friburgo, mons. Charles Morerod, che aveva annunciato la sua presenza, ma che ha dovuto recarsi a Roma, si è presentato il vescovo ausiliare di Zurigo, mons. Marian Eleganti, che si è rivolto ai manifestanti.

Un gruppo di anti dimostranti hanno cercato di ostacolare la manifestazione già prima di una funzione religiosa sulla Marktplatz, ma gli agenti lo hanno impedito fermando diverse dozzine di giovani.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS