Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In segno di protesta contro "le condizioni catastrofiche" sui cantieri degli stadi che ospiteranno i mondiali di calcio del 2022 in Qatar, il sindacato Unia e la Federazione internazionale dei lavoratori della costruzione e del legno (BWI) hanno mostrato oggi il "cartellino rosso" alla FIFA. All'azione di protesta davanti alla sede della Federazione internazionale di calcio hanno preso parte un'ottantina di persone.

Quello che sta accadendo in Qatar, dove decine di migranti sono già morti per le precarie condizioni di lavoro, corrisponde ad "una forma moderna di schiavitù" che rovina l'immagine del calcio, ha sottolineato il segretario di Unia Vasco Pedrina.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS