Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex ambasciatore Tim Guldimann, residente a Berlino, è il primo svizzero all'estero a centrare l'elezione nel Consiglio nazionale. Guldimann, eletto a Zurigo sulla lista ordinaria del PS, non intende trasferirsi in Svizzera.

Un trasloco è fuori discussione, ha detto oggi Guldimann all'ats. "Gli svizzeri all'estero abitano all'estero", ha aggiunto l'ex diplomatico, che rimarrà nella capitale tedesca, dove vive con la moglie, una giornalista della rivista "Spiegel", e dove le sue due figlie vanno a scuola.

Il diritto per i cittadini svizzeri che risiedono all'estero di partecipare alle elezioni del Consiglio nazionale è un principio in vigore dal 1848, secondo una risposta ad una mozione del Consiglio federale del 2008.

I primi consiglieri nazionali ad avere la residenza all'estero sono stati, nella legislatura 1999-2003, Ruedi Baumann, eletto nel canton Berna per i Verdi, e la moglie Stephanie Baumann (PS/BE). Entrambi si erano però trasferiti in Francia dopo l'elezione, nel luglio del 2001.

Un altro precedente illustre è quello Consigliere federale Traugott Wahlen (1889-1985), che nel 1958 fu eletto nel governo federale per il Partito dei contadini, artigiani e borghesi, precursore dell'UDC. Wahlen era professore di agraria all'ETH di Zurigo e nel 1958 lavorava a Roma in qualità di alto responsabile della FAO. In seguito all'elezione si trasferì nuovamente in Svizzera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS