Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Sfilata di mucche oggi a Zurigo dalla stazione centrale al grattacielo della Migros sulla Limmatplatz: circa 300 produttori di latte hanno così voluto protestare contro l'atteggiamento del gigante della distribuzione che si rifiuterebbe di accordare un aumento di 3 centesimi per litro di latte deciso dal comitato che riunisce le organizzazioni del settore. I responsabili della Migros respingono le critiche.
La Migros è l'unico "attore" del mercato del latte a disporre di ben due rappresentanti nella cosiddetta "Branchenorganisation Milch" (BOM), ha dichiarato durante la manifestazione Martin Haab, presidente di BIG-M e contadino di Mettmenstetten (ZH). Il gigante arancione - ha proseguito Haab - non si preoccupa tuttavia di mettere in pratica la decisione della BOM, che lo scorso 18 giugno ha deciso di aumentare di 3 centesimi al litro il prezzo da pagare ai produttori.
La transumanza cittadina ha visto sfilare per le strade di Zurigo tre mucche seguite da un cane pastore e dai contadini con campanacci. I produttori di latte hanno esortato la Migros a dar prova di essere, non soltanto negli slogan pubblicitari, ma anche nella pratica, un partner affidabile per l'agricoltura svizzera.
Nel corso della manifestazione nessun rappresentante della Migros ha preso la parola. Il servizio stampa ha distribuito un comunicato nel quale il grande distributore afferma di prendere sul serio i timori degli agricoltori. Migros definisce tuttavia infondate le critiche dei produttori di latte.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS