Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Sorrisi e complimenti tra Germania e Svizzera

Christian Wulff è giunto mercoledì in Svizzera per una visita ufficiale di due giorni. Nella capitale è stato accolto dalla presidente della Confederazione Doris Leuthard e ha incontrato il governo in corpore.

Regolare le controversie ancora pendenti «con uno spirito di buon vicinato»: è stata questa la volontà espressa dalla presidente della Confederazione Doris Leuthard e dal suo omologo Christian Wulff nei discorsi di mercoledì a Palazzo federale. Entrambi hanno inoltre sottolineato l'amicizia che unisce i due paesi.

«La Svizzera è per la Germania un partner di enorme importanza», ha evidenziato il presidente tedesco. Wulff ha poi ricordato che i due Stati hanno molto in comune e che «i tedeschi amano molto la Svizzera per diverse ragioni».

Numerosi suoi concittadini – ha aggiunto – trascorrono le vacanze nella Confederazione, molti vi abitano e vi lavorano e si integrano a livello privato e professionale. Doris Leuthard ha dal canto suo posto l'accento sulla scienza, sull'istruzione e sull'ingegneria, ambiti nei quali Svizzera e Germania «hanno molto da offrire al mondo».

Leuthard e Wulff hanno soltanto accennato alle divergenze esistenti tra Berna e Berlino, in particolare il segreto bancario e i sorvoli a Zurigo. Wulff ha definito «normale» il fatto che esistano «differenze di opinione e d'interessi anche tra i migliori vicini», esprimendo fiducia in una soluzione soddisfacente per tutti. Gli ha fatto eco la presidente della Confederazione: «La solidità dei nostri legami umani, economici, politici e culturali è garante della sincerità dei nostri colloqui».

In un'intervista rilasciata alla Neue Zürcher Zeitung, Wulff aveva dichiarato che l'acquisto di dati bancari rubati dovrebbe essere evitato in futuro in cambio di uno scambio di informazioni trasparente. Il presidente tedesco si è pure detto soddisfatto che la Confederazione abbia adottato gli standard dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) e che l'assistenza amministrativa possa ormai essere accordata anche nei casi di evasione fiscale.

Giovedì Wulff visiterà il Politecnico federale di Losanna e l'Università di Zurigo. L'ultima visita di Stato in Svizzera di un presidente della Repubblica federale di Germania è stata quella di Johannes Rau, nel maggio del 2000.

swissinfo.ch e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×