Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Fine dello sciopero all'aeroporto di Ginevra

In sciopero dal 2 gennaio scorso, i dipendenti di Swissport all'aeroporto di Ginevra-Cointrin riprenderanno il lavoro mercoledì.

Martedì è stato infatti raggiunto un accordo fra la società incaricata dello smistamento e della consegna dei bagagli e il sindacato SSP/VPOD: lo si apprende da un comunicato congiunto dei due partner sociali e del dicastero ginevrino della solidarietà e dell'impiego.

Il responsabile di quest'ultimo, François Longchamp, aveva nuovamente convocato in mattinata i rappresentanti di Swissport e del sindacato. Dopo sei ore di trattative, i dipendenti hanno parzialmente ottenuto soddisfazione.

I lavoratori riceveranno un aumento salariale di 40 franchi al mese, cui si aggiunge un'indennità supplementare di 100 franchi mensili per il personale incaricato del trasporto dei bagagli. La parte dello stipendio volta a compensare gli orari irregolari salirà dal 2,75% a 3,10%. I collaboratori ammalati, infine, riceveranno dal primo giorno di assenza un'indennità corrispondente al 100% del loro salario.

L'azione di protesta – organizzata in un periodo di traffico aereo particolarmente denso – non ha comunque provocato particolari disagi ai passeggeri. Swissport aveva infatti provveduto a far intervenire rinforzi da Zurigo e Basilea.

swissinfo.ch e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.