Navigation

Afghanistan: attacco a francesi, forse autori non afghani

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 luglio 2011 - 10:47
(Keystone-ATS)

Il capo di stato maggiore dell'esercito francese, l'ammiraglio Edouard Guillaud, ha affermato oggi che è "possibile se non probabile" che l'attacco suicida contro i soldati francesi ieri in Afghanistan sia stato commesso da "non afghani" addestrati fuori dal Paese.

"Non siamo sicuri del luogo esatto da cui vengono", ha detto Guillaud in un'intervista alla radio Europe 1 a proposito dell'attacco che è costato la vita a cinque soldati francesi e ad un civile afghano.

"È possibile, se non probabile che si tratti di 'stranieri', come li si chiama da quelle parti - ha detto Guillaud - addestrati fuori dal territori (afghano ndr) e introdotti sul territorio per fare il maggior numero possibile di vittime, compreso tra la popolazione, come ieri".

Guillaud ha poi spiegato che in Afghanistan "quando si parla di 'arabi' ci si riferisce a non afghani".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?