Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LUBIANA - Le alluvioni, provocate dal maltempo e dalle abbondanti piogge abbattutesi sull'Europa centrale nei giorni scorsi, hanno interessato anche buona parte della Slovenia, dove molte città sono rimaste in parte sommerse dai fiumi in piena, inclusa la capitale Lubiana. L'acqua alta ha interessato anche la Croazia, dove tuttavia la situazione si è rivelata meno allarmante, con l'evacuazione preventiva di un centinaio di persone.
Sott'acqua per la piena dei fiumi Sava e Krka, in Slovenia sono rimaste circa 3'000 case in varie parti del paese e alcune migliaia di persone sono state evacuate. Per lo straripamento di alcuni fiumi nella zona di Lubiana sono stati alluvionati anche alcuni quartieri della capitale e parti della città sono rimaste senza elettricità. Da ieri sera la situazione è andata via via migliorando e nei prossimi giorni tutti dovrebbero rientrare nelle loro case. Secondo le prime stime della stampa i danni ammontano a decine di milioni di euro.
In Croazia nella parte nord-occidentale sono stati evacuati alcuni villaggi e molte strade sono chiuse, ma secondo le autorità la situazione non desta preoccupazioni e la piena del fiume Sava ha attraversato la capitale Zagabria senza uscire dal letto, anche grazie al sistema di protezione mantenuto regolarmente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS