Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA/DELÉMONT - L'amnistia fiscale nel canton Giura deve adeguarsi alle leggi federali: è quanto ha chiesto l'Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) in una lettera recapitata il 23 dicembre. Il presidente del governo giurassiano, Charles Juillard, afferma di non capirci più niente.
"È sorprendente: in precedenza abbiamo ricevuto la visita di due responsabili dell'AFC, secondo cui tutto era compatibile. E in parlamento il ministro delle finanze Hans-Rudolf Merz si è complimentato con noi", ha detto all'ATS Juillard, confermando una notizia apparsa oggi sui giornali "La Liberté" e "Le Quotidien Jurassien". Durante l'ora delle domande della sessione invernale, Merz aveva infatti lodato "la creatività e lo spirito d'iniziativa" del cantone.
Da gennaio i contribuenti giurassiani che dichiarano gli averi dissimulati finora all'amministrazione tributaria sfuggono alla condanna per sottrazione d'imposta. Secondo il presidente del governo giurassiano, l'amnistia fiscale cantonale rispetta le disposizioni federali vigenti, ma semplifica la procedura rispetto a quanto prevede la sanatoria introdotta quest'anno dalla Confederazione: il contribuente giurassiano potrà beneficiare - fino al dicembre 2014 - di un sistema di calcolo agevolato che permetterà di ridurre i tempi per regolare la pendenza.
Il consigliere di Stato Juillard vuole ora chiarire il "malinteso" con Berna. Una vicenda che interessa da vicino anche il canton Ticino, in cui è pure allo studio un'amnistia fiscale cantonale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS