Navigation

Argentina: contrabbando armi, chiesti 8 anni carcere per Menem

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 dicembre 2010 - 22:04
(Keystone-ATS)

BUENOS AIRES - I pubblici ministeri hanno chiesto oggi otto anni di carcere per l'ex presidente argentino Carlos Menem (1989-1999) nell'ambito del processo in cui, con altri 18 imputati, è accusato di contrabbando per la vendita clandestina di 6500 tonnellate di armi e munizioni all'Ecuador e alla Croazia tra il 1991 ed il 1995. Lo rendono noto le agenzie di stampa.
La pubblica accusa ha anche chiesto otto anni per il trafficante d'armi Diego Palleros e sette per l'allora ministro difesa Oscar Camillon.
Qualora Menem venisse condannato, dovrà essere avviata una procedurà presso il Senato, di cui fa parte, affinché gli venga tolta l'immunità di cui gode come parlamentare.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?