Navigation

Attacchi Oslo: Breivik in aula

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 luglio 2011 - 14:25
(Keystone-ATS)

A Oslo, la folla ha tentato di dare l'assalto all'automobile che si ritiene trasportasse Anders Berhring Breivik, reo confesso delle stragi di Oslo e Utoya, verso l'aula del tribunale per l'udienza preliminare. La gente ha circondato l'auto, battendo le mani contro i vetri e obbligandola a fermarsi prima che intervenisse la polizia. Nel frattempo Breivik è arrivato in aula.

Breivik, ha cercato di acquistare illegalmente a Praga le armi per compiere la strage, ma senza riuscirvi: lo scrive oggi l'agenzia Ctk, che cita lo stesso diario-manifesto scritto dall'uomo e pubblicato sul Web.

Breivik è stato a Praga per cinque giorni lo scorso settembre per procurarsi - tra l'altro - un mitra Ak-47, una pistola Glock e munizioni. "Praga è nota come punto di transizione in Europa per le armi illegali e la droga", ha scritto l'uomo prima di raggiungere la capitale ceca con la sua Hyundai Atos, dalla quale aveva rimosso i sedili posteriori per avere più spazio per le armi.

A Praga, Breivik ha soggiornato in un albergo a basso costo per "essere vicino alla gente giusta", ma non è riuscito a "trovare i dealer" che cercava e, al ritorno dal suo viaggio, ha scritto nel diario: Praga in realtà "è una città più sicura di Oslo, evidentemente perché i musulmani quasi non ci sono. La maggior parte dei delinquenti sono gli zingari cristiani".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.