Navigation

AVS: 12esima revisione, voto popolo non prima del 2017

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 novembre 2010 - 16:20
(Keystone-ATS)

BERNA - Occorrerà verosimilmente attendere il 2017 prima che il popolo si esprima sulla 12esima revisione dell'Assicurazione vecchiaia e superstiti (AVS). Lo ha indicato al domenicale "SonntagsBlick" il ministro della socialità Didier Burkhalter.
Secondo l'agenda stilata dal consigliere federale, la discussione sarà lanciata nel primo semestre del 2012 e occuperà i parlamentari durante tutta la prossima legislatura. Alla fine sarà però il governo a decidere dell'avanzamento del dossier.
Secondo Burkhalter, a breve termine possono essere realizzate solo correzioni tecniche. È tuttavia necessaria una grande revisione. "Abbiamo bisogno di un nuovo modello per il finanziamento dell'AVS durante i prossimi decenni", ha detto il ministro.
L'11esima revisione dell'AVS era stata affossata dal Parlamento lo scorso mese di ottobre grazie a un alleanza tra il PS e l'UDC. Il progetto prevedeva di innalzare l'età del pensionamento delle donne da 64 a 65 anni. I risparmi così realizzati avrebbero dovuto essere in parte destinati a favorire i pensionamenti anticipati. Tuttavia la somma da attribuire aveva diviso i partiti.
Già il giorno dell'affossamento dell'11esima revisione, Didier Burkhalter aveva dichiarato che i punti non contestati della riforma avrebbero dovuto essere inclusi in una progetto di legge separato. Ciò avrebbero consentito di guadagnare del tempo prezioso al fine di procedere ad alcuni adattamenti tecnici.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?