Navigation

Basilea Città vuole nuovo test a centrale nucleare Fessenheim (F)

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 aprile 2012 - 16:15
(Keystone-ATS)

Il governo di Basilea Città vuole un riesame della capacità di resistenza ai terremoti della centrale nucleare di Fessenheim (F), situata a 35 km da Basilea. In base a "stress test" francesi risulta che, in caso di sisma, il nocciolo del reattore potrebbe fondere in qualche ora.

Fessenheim, la centrale nucleare francese più vecchia in servizio (1977), non potrebbe sopportare un forte terremoto o una grossa inondazione. Nello stato attuale, il sistema di raffreddamento e l'alimentazione elettrica di soccorso potrebbero non funzionare, ha comunicato oggi il governo basilese.

L'esecutivo basilese si stupisce che l'autorità francese di sorveglianza delle centrali nucleari (Autorité de sûreté nucléaire, ASN) non abbia chiesto lo spegnimento di Fessenheim, nonostante le numerose lacune messe in evidenza nella centrale.

Lo "stress test" dell'Unione europea (Ue) dopo la catastrofe di Fukushima è stato realizzato sulle 143 centrali europee. Secondo il governo basilese, l'analisi mostra che il gestore Electricité de France (EDF) non sarebbe in grado di controllare eventi simili a quelli di Fukushima in tutte le centrali francesi. Per far fronte a una tale situazione mancherebbero i mezzi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?