Navigation

Batterio killer: Egitto, Ue annulli stop import semi

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 luglio 2011 - 15:17
(Keystone-ATS)

L'Egitto ha chiesto alla Commissione Ue di annullare "immediatamente" la decisione di proibire l'import di alcuni semi egiziani, che è stata presa "unilateralmente" ed è contraria allo spirito di cooperazione fra le due parti. È quanto afferma il ministero dell'agricoltura egiziano in un comunicato.

La questione del bando all'import di alcuni semi egiziani è stata esaminata questa mattina in una riunione straordinaria con rappresentanti del ministero dell'agricoltura, degli esteri, dell'industria e della sanità, riferisce il comunicato, nel quale si sottolinea come la decisione europea non sia basata su "prove scientifiche" e ignori l'esito dei test effettuati su campioni di semi di fieno greco effettuati da laboratori egiziani ed europei.

Il ministero ha inviato l'esito di questi test, negativi, alla Commissione Ue e si è detto "sorpreso" di vedere il bando non solo sul fieno greco, ma su altri dodici prodotti egiziani.

Il ministero sottolinea come queste misure "minino profondamente la reputazione dell'export agricolo egiziano, non solo in Europa, ma nel mondo", ponendo l'accento "sulle perdite per l'economia egiziana, soprattutto alla luce delle sfide che il paese conosce attualmente".

L'Egitto si è infine detto disponibile a proseguire le consultazioni con l'Ue e ad accogliere missioni tecniche di Bruxelles.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?