Navigation

Berlusconi: abbiamo fondamentali economici solidi

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 agosto 2011 - 17:52
(Keystone-ATS)

"Abbiamo i fondamentali economici": lo ha affermato il premier italiano Silvio Berlusconi, intervenuto alla Camera dei deputati per informare il paese sulla situazione economica del paese, in difficoltà a causa della crisi di fiducia dei mercati.

"Le nostre banche sono liquide, hanno superato gli stress test, nel mese di luglio si è registrato meno ore di cassa integrazione, non è venuta meno la voglia di fare impresa", ha proseguito il capo del governo. La crisi "va fronteggiata con coerenza e fermezza, senza seguire i nervosismi dei mercati", ha aggiunto Berlusconi, che ha parlato alle 17.30, a borse europee chiuse.

"Per superare le criticità il governo ha varato il 6 luglio un provvedimento immediato con l'obiettivo del pareggio di bilancio entro 2014. Abbiamo fatto una manovra che ha fissato degli obiettivi, è stata giudicata adeguata e sufficiente dall'Europa e dagli osservatori internazionali", ha continuato il premier.

"Ovunque aumenta l'incertezza, in particolare in Usa, Giappone la crescita tende a rallentare anche nei paesi emergenti. Ci sono state difficoltà in Usa anche dopo l'accordo bipartisan raggiunto, non sono state ridotte le tensioni internazionali".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?