Navigation

BNS: perdita di 8,5 miliardi

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 novembre 2010 - 08:43
(Keystone-ATS)

ZURIGO - La Banca nazionale svizzera (BNS) nei primi nove mesi dell'anno ha registrato una perdita di 8,5 miliardi di franchi, ha comunicato oggi lo stesso istituto. I dati sono spiegati principalmente con le perdite di cambio in valuta straniera.
Le principali valute nelle quali si sono effettuati investimenti hanno perso molto terreno rispetto al franco durante il periodo preso in considerazione, sottolinea BNS. Ad esempio, il 30 settembre l'euro era del 10,3% più basso del suo livello nello stesso periodo del 2009, e il dollaro del 5,4%.
La rivalutazione del franco ha provocato delle perdite totali di 21,2 miliardi di franchi. In compenso, effetti positivi sul risultati sono dovuti ai 4,6 miliardi di franchi di plus-valore sullo stock oro, ai 6,6 miliardi di collocamento di divise e agli 1,2 miliardi del fondo di stabilizzazione.
I risultati della Banca nazionale dipendono essenzialmente dall'evoluzione sul mercato dell'oro, dei cambi e dei capitali. Per questo motivo le forti fluttuazioni sono una regola, e non è di conseguenza possibile giungere a delle conclusioni su quello che sarà il risultato annuale 2010, ha spiegato la BNS nel comunicato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?